Recessioni gengivali

Se avete denti sui quali avvertite una forte sensibilità al caldo e soprattutto al freddo, spesso al punto di aver addirittura fastidi nello svolgere azioni semplici come sorridere o inspirare, se questi denti vi appaiono più " lunghi" di quelli immediatamente vicini o se vi sembra di avere un gradino in prossimità della radice, allora è molto probabile che il vostro problema sia una RECESSIONE GENGIVALE.
Nelle recessioni, possiamo osservare lo spostamento del margine gengivale a contatto col dente. Questo spostamento si manifesta con la scoperchiamento della radice, dovuta alla perdita di tessuto gengivale, e il conseguente allungamento del dente. Di frequente, le recessioni si possono associare a carie o alla presenza di un bruttissimo "bordino metallico nero" in corrispondenza di capsule.

Le Cause delle Recessioni Gengivali
Le cause che possono favorire una recessione gengivale sono molteplici ma possono essere raggruppate in 4 gruppi:

  1. traumatiche
  2. batteriche 
  3. virali 
  4. miste 

Quelle senz'altro più frequenti sono quelle traumatiche, legate ad un utilizzo scorretto dello spazzolino: sia per un errore nella tecnica di spazzolamento sia per l'impiego di spazzolini con setole troppo dure. Anche l'utilizzo non corretto del filo interdentale può essere la causa di recessioni di questo tipo.
Le recessioni di natura batterica trovano la causa maggiore nell'accumulo di placca sulle superfici dentarie e radicolari.
Le recessioni di naturale virale, invece, sono dovute principalmente all'herpes.
Sia nelle recessioni batteriche che virali é fondamentale interrompere lo spazzolamento dei denti per un periodo che consenta al dentista di far guarire l'infiammazione gengivale. Al fine di non aggravare la lesione agendo su un tessuto estremamente indebolito è consigliato un controllo chimico della placca batterica con colluttori a base di clorexidina.
Nelle recessioni miste chiaramente ad un evento traumatico che determina la comparsa di una lesione si somma una difficoltà nel controllo della placca dovuta alla ferita. L'accumulo della placca permetterà alla colonizzazione batterica di aggravare la lesione generando una vera e propria recessione gengivale. Non bisogna trascurare che tutti i restauri odontoiatrici, se non ben eseguiti, possono favorire l'accumulo di placca ed essere di conseguenza alla base di recessioni gengivali.

Le possibili Terapie delle Recessioni Gengivali
La terapia delle recessioni è esclusivamente chirurgica ed è ormai altamente prevedibile; il grado di copertura è sempre ampiamente soddisfacente con una correzione del difetto tanto più completa quanto prima si interviene. Appare quindi evidente l'importanza di una diagnosi tempestiva e corretta delle recessioni gengivali al fine di rendere la terapia chirurgica meno invasiva e di maggior successo. 

Info e contatti
Se hai riscontrato un problema riconducibile a quello appena descritto, contattaci subito per una prima diagnosi. Chiamaci allo 06 97605893 oppure compila inviaci una mail.