paradontologia

Paradontologia

La Paradontologia è la terapia ed il controllo di tutto ciò che mantiene i nostri denti in bocca e li rende capaci di svolgere il loro compito correttamente è  di primaria importanza e soprattutto possibile!

Questo vuol dire che sempre meno  sono ormai le condizioni irreversibili nel cavo orale; ovviamente imprescindibile fondamento di queste asserzioni sono la costanza nei controlli e nel mantenimento di un' ottimale igiene orale e di conseguenza la tempestività degli interventi.

È infatti noto a tutti di come la malattia parodontale ( quella che un tempo era chiamata piorrea ) sia una malattia di carattere multifattoriale e tra i vari fattori risultino di particolare importanza quelli legati ad abitudini viziate quali la scarsa igiene orale, il fumo o a lavori incongrui presenti nel cavo orale.

Questi fattori vanno a sommarsi ad altri quali la familarità e la presenza di malattie sistemiche che favoriscono l'evoluzione della patologia andandone ad aumentare in maniera esponenziale la velocità di evoluzione.

La malattia parodontale colpisce i tessuti di supporto del dente ed ha un andamento subdolo che spesso si limita al sanguinamento delle gengive ed alla comparsa saltuaria di ascessi; solo tardivamente si manifesta  una accentuata mobilià degli elementi dentali ed è purtroppo spesso in questa fase , quando ormai è troppo tardi e il dente frequentemente va estratto, che il paziente si reca a visita dal dentista.

La parodontologia prevede una fase diagnostica con visite, strumenti ed indagini radiologiche altamente approfondite per individuare repentinamente i fattori di rischio, diagnosticare la malattia parodontale ed in base al suo stadio evolutivo organizzare un piano di cura personalizzato con la finalità di ripristinare e mantenere i tessuti parodontali in condizione di salute.

Le procedure non chirurgiche necessarie per trattare o rallentare la questo processo patologico sono state descritte nel capitolo attinente l'igiene orale.

Le tecniche chirurgiche per la cura della malattia parodontale mirano al corretto trattamento delle lesioni ossee ed alla eliminazione delle tasche parodontali. Consistono in due tipi di chirurgia:

Chirurgia Resettiva

mediante una plastica dell'osso di sostegno ed un riposizionamento della gengiva si ottiene una azzeramento della profondità delle tasche ed una risoluzione della malatia parodontale

Chirurgia Rigenerativa

i difetti ossei vengono colmati mediante dei sostituti ossei.

Ovviamente il capitolo della chirurgia parodontale è molto ampio e non solo limitato alla terapia della malattia parodontale ma volto in generale a ristabilire le condizioni anatomiche corrette dei tessuti molli e duri di sostegno ai denti.

Fondamentale è il ricorso a questo tipo di chirurgia per il recupero di denti distrutti da carie prima della loro protesizzazione o alla Chirurgia Mucogengivale per il trattamento di recessioni radicolari o per la modifica dei profili gengivali a scopi estetici.