endodonzia

Denti ed Estetica

Estetica Dentale

Attualmente quello della protesi estetica rappresenta uno dei capitoli più ampi, complicati ed importanti dell'odontoiatria. I materiali a nostra disposizione sono molti, sempre più affidabili e soprattutto in grado di conferire un'estetica sempre migliore ai nostri lavori; ì più utilizzati sono:

  • disilicato di litio
  • zirconio
  • ossido di allumina
  • ceramica integrale

Tutti i materiali precedentemente elencati rispetto alle tradizionali protesi in metallo  possiedono una maggiore biocompatibilità,  non causano reazioni allergiche e soprattutto presentano un altissimo valore estetico, permettendo  di eliminare gli antiestetici " bordini " metallici che prima si evidenziavano con frequenza sugli elementi con delle corone. Offrono inoltre la possibilità, garantendo una base bianca e non grigia scura come con il metallo, di riprodurre tutte la particolarità di colore presenti in un dente ottenendo  un risultato quanto più estetico e naturale.

Le possibilità terapeutiche a nostra disposizione nel campo della protesi estetica sono rappresentate in particolar modo dalle corone e dalle faccette.

Le  corone sono protesi per denti singoli dei quali almeno la radice sia conservata. Dopo aver opportunamente modellato l'elemento dentario ( o moncone)  vi si applicano il manufatto protesico con l'obiettivo di restituire naturalezza all'arcata sia da un punto di vista estetico che funzionale.

Sempre nell'ottica di effettuare trattamenti che rispettino al massimo l'anatomia del dente indebolendone la struttura il meno possibile così da evitare complicanze quali fratture o recidive di lesioni cariose le faccette rappresentano oggi il restauro estetico per eccellenza.

Le faccette in porcellana sono sottili lamine in ceramica che vengono applicate sulla superficie visibile dei denti anteriori.

Laddove il problema sia di natura esclusivamente estetica e l'anatomia lo consenta i  denti al di sotto di una faccetta possono essere lasciati addirittura senza preparazione ( faccette additive) alternativamente possono venire assottigliati nella superficie frontale di circa 1.5 mm per far spazio alla ceramica.

Una preparazione così conservativa consente di lasciare sulla superficiale del dente lo smalto con la duplice utilità di conferire  un'adesione ottimale delle faccette al dente ed al contempo di proteggere il dente nel tempo.

Le faccette rappresentano la risposta più frequente e più corretta alla domanda che spesso ci si pone: " come fa quella persona ad avere un sorriso così perfetto?!"